Crea sito

Giuseppina Aliverti

caci1Giuseppina Aliverti nacque a Somma Lombardo nel 1894 ed è stata una geofisica e accademica italiana.

Dopo essersi laureata in fisica all’Università di Torino, nel 1919, ebbe a specilizzarsi in fisica terrestre. Fu assistente di Alfredo Pochettino, importante scienziato, rettore dell’ Università di Torino e geofisico. Nel 1937 fu Direttrice dell’osservatorio geofisico di Pavia e nel 1949 a Napoli. Nella città Partenopea fu insegnante di meteorologia all’Istituto Universitario Navale.Nel 1964 ebbe la nomina di socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
Mise a punto nuovi metodi per rilevare la radioattività presente nell’ Aria e nelle Acque. Si trattava in pratica di misurare la potenzialità di due elettrodi che avevano capacità di potenziale diverso. Ebbene questo effetto si chiama effluvio e ha la proprietà di rilasciare particelle radioattive presenti nell’ Aria sopra uno degli elettrodi che andava poi esaminato in una camera di ionizzazione per la valutazione indiretta del livello di attivazione dalla misura della caduta di potenziale. Questo è il famoso metodo Aliverti.
Questa donna straordinaria si spense a Napoli nel giugno del 1982 e i funerali si svolsero in forma solenne il 14 giugno a Somma Lombardo.

Scritto da Briante Cesarina©

Spunti tratti da : Wikipedia- Somma lombardo da borgo antico a città moderna di A. Rossi- Per una storia della geofisica italiana di F. Foresta Martin e G. Calcara

Read More

Salem- 1° marzo

salem3Salem Village era una comunità rurale, sita nel Massachusetts, distaccata (quella che oggi si potrebbe definire una frazione) da Salem Town (più o meno l’ attuale Danvers). Gli abitanti erano emigranti di generazione precedente, provenienti dall’ Inghilterra. Di stampo puritano, con una vita più di privazioni che di gioie, dove il sorriso era quasi inesistente. Un’ esistenza senza colore, improntata a una visione della religiosità rigida. Da alcuni scritti dell’ epoca si può dedurre il pensiero corrente del tempo. Gli abitanti di questi territori che vennero definiti “Nuova Inghilterra” si sentivano paladini di una missione: salvare le Terre dal Demonio.
Il concetto fondamentale era che Dio era buono, giusto , perfetto mentre il Diavolo, l’ essere crudele come descritto dalla Bibbia e loro gli eletti a combattere il male.

salem2

Tutto girava attorno a questa visione, secondo cui il peccato era istigato dal Demonio che tormentava le persone per allontanarle da Dio. Con questo concetto ritenevano giusta la colonizzazione delle Nuove Terre. Colonizzazione che aveva tolto agli indigeni del luogo i loro territori, abitudini, ponendoli nella condizione di compiere brigantaggio per sopravvivere e ribellarsi. Gli anni prima dei processi avevano visto molte difficoltà per le comunità della zona.. le locuste avevano razziato molto dei raccolti e la vicina Boston distrutta da un incendio di vaste proporzioni. Anni in cui le privazioni erano appesantite da sacrifici morali. Lo scopo era quello di porre fine, attraverso penitenze e digiuni, a questa serie di disgrazie volute dal diavolo.
Così ogni fatto, coincidenza, atto, erano una conseguenza di questa lotta tra il bene e il male.
Di questo clima così austero ne risentivano di più i giovani, i quali avevano una serie di desideri, sentimenti, aspettative ed energie tipiche dei giovani di tutti i luoghi e tempi. Il soffocare gli istinti naturali non è cosa certo salutare, e ogni piccola mancanza veniva notata, additata, condannata.
In questo ambiente così tetro si svolge uno dei fatti più crudeli che avrebbe segnato per sempre la storia.
Nel 1691, dopo che gli autorevoli capi della comunità ebbero ad andarsene per lotte interne in riguardo alla bramosia per cui miravano a dirigere la comunità, ebbe ad arrivare il Reverendo Samuel Parris, con moglie, figlie e schiavi. Era stato infatti per anni a occuparsi di piantagioni da zucchero che aveva avuto in eredità dal padre alle Barbados, e ora la schiava Tituba era con lui e la famiglia. La schiava aveva dimistichezza con le arti magiche, tipiche della sua terra, e sembra ne abbia parlato alle due figlie del pastore.
In effetti Tituba era l’ unico sfogo per queste due ragazzine, che non avevano modo ne di giocare ne di di scherzare.. e il cui unico passatempo era leggere Sacre Scritture e cucire.
Tituba racconta di paesi lontani e magie e compie per loro una divinazione.
La notizia si sparse e altre ragazze vollero ricorrere a metodi per conoscere il futuro.salem
Qualcosa di nuovo era entrata nella vita del Villaggio, ma anche di peccaminoso, punibile con le fiamme eterne dell’ inferno.. da qui le crisi isteriche, i malanni, i sospetti di possessioni e le condanne. prese da isteria collettiva le accusatrici e gli accusati aumentarono e iniziò così la caccia alle streghe. Già precedentemente c’ erano state condanne per stregoneria, ma questi episodi innescarono la scintilla alla grande caccia.

Strega Fata Degli Incanti – B.C. ©

Read More

Le Campane a Somma Lombardo

“La pioggia non mi ha mai portato tristezza,
il suo tempo è sospeso.
Ciò che è frenetico sembra trovar pace,
e riaffiorano i ricordi.
Per secoli è stato così..
il chiarore della candela e il rumore del tempo che le campane scandivano con un suono lontano…”

Il Secondo conflitto mondiale continuava, era il 1942 quando le campane di Sant’ Agnese furono smontate a scopo bellico. Digitalizzato_20160228 (2)
La fede era una delle poche cose rimaste alla popolazione. E il suono delle campane accompagnava i momenti della giornata dei nostri avi. Salutava l’ arrivo dei nuovi nati ed era di onore ai morti. Accompagnava le ore del lavoro dei campi, della sera, quando si chiudevano le finestre, le porte.
Gli ultimi suoni che facevano sentire unita una popolazione stanca dei bombardamenti, della paura e della povertà.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Il Campanile

Ed ora quell’ ultimo barlume di vita, era stato zittito e le campane portate via per sostenere la guerra alimentando il pensiero di essere “agli sgoccioli” di una lotta che ci avrebbe visto perdenti..
Ma gli anni passarono e la storia ebbe scriversi. La popolazione si adeguò ai ritmi del dopo guerra. Al progresso e alle mode.
Ma le campane non erano state dimenticate, rimanevano un vuoto, un tassello mancante.
I nostri nonni ebbero a sottoscrivere una raccolta per ottenere di nuovo ciò che la guerra aveva rubato. Certamente non poteva ritornare chi era stato sacrificato, non si potevano cancellare i ricordi, e quello che era stato distrutto poteva rivedere la luce solo in parte.. ma le campane ricordavano quel dolore, quella lotta, e il loro suono andava oltre il religioso… erano un segno che il paese era vivo, era forte e la sua gente non dimenticava quei rintocchi lontani che scandivano la vita degli antichi padri.Digitalizzato_20160228
Quell’ 8 Dicembre 1949 era una tipica giornata fredda, con le strade che ancora raccoglievano i resti della pioggia delle ore precedenti.
Brividi intensi e un grigiore interrotto dai colori degli arredi della grande piazza.
L’ Italia vedeva come Presidente, Luigi Einaudi. Subito dopo il conflitto era stato eletto un capo provvisorio dello Stato,l’onorevole Enrico De Nicola che venne poi nominato Presidente della Repubblica. La sua carica durò un anno per lasciare posto a Einaudi nel 1947. L’ Italia stava ritrovando una sua identità, e quell’ 8 Dicembre vide anche una data storica per l’ arma, Sua Santità Pio XII, accettò l’istanza di S.E. Mons. Carlo Alberto di Cavallerleone proclamando Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”. Da quel giorno la data di celebrazione fu fissata per il 21 novembre.
Mentre questo accadeva su scala nazionale, la nostra Somma vide la benedizione solenne delle sue campane, stessa dimensione, e tono.
Non era solo Sant’ Agnese ad essere stata privata delle campane, ma anche le chiese minori. Ed ora in quella giornata fredda esse ritornavano al loro compito.. accompagnare, scandire il tempo e ricordare il valore della comunità. E’ stata quell’ unione che ha scritto la storia della nostra città, il sostegno delle antiche famiglie, l’ una verso l’ altra e il sudore del lavoro e della lotta per creare una vita migliore per le nuove generazioni.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Uno Scorcio

Ancora nella memoria del tempo rimangono quei suoni e l’ immagine di chi ci ha preceduto.. i grandi campi, distese immense di grano,le donne che lavoravano i bozzoli di seta nelle aie, i sogni delle fanciulle quando giungevano in età da marito.
E a quell’ imbrunire al crepuscolo, quando una pioggia leggera o impetuosa, accompagnata dal vento o da un leggero ticchettio sui tetti, regalava le serate attorno al fuoco e il profumo degli aghi di pino gettati dai bimbi tra le fiamme.
Segreti del tempo rubati, riportati alla luce da una sera fredda, dall’ affacciarsi sulle pozzanghere delle luci al neon e dai rumori del bosco vicino, palpitante di vita, avvolto nella notte che riporta al pensiero di allora..

Strega Fata Degli Incanti – B.C. ©

 

Read More

L’ Oro Degli Dei – Villa Toeplitz

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Vita Nel Deserto : I Tuareg

“Vi è un’ oro più prezioso del metallo stesso

è il valore del Sapere.

Quale Oro era il tesoro degli Dei,

sostanza che Essi bramavano

all’ Inizio del Tutto,

se non l’ Energia

dell’ Anima e della Mente?

Colei che rende l’ uomo libero

e accende la Scintilla Divina”

KODAK FUN SAVER Digital Camera

“Il Vetro Del Cielo”. Frammenti di Meteorite o Cometa, Solidificati nella Sabbia che hanno formato una Sostanza Vitrea.

 

Ci sono luoghi a cui la pioggia dona un fascino particolare. Se il Sole li veste dei colori della natura, le timide gocce e una giornata un pò fumosa creano quel clima ovattato che sembra riportare ai tempi antichi. Villa Toeplitz, a Sant’ Ambrogio di Varese è uno di questi luoghi. 

Costruita a cavallo tra la fine dell’ ‘800 e gli inizi del ‘900, si pone in una splendida posizione ai piedi del Sacro Monte e che sembra dominare il Monte Orsa (che si erge tra il Lago di Varese e quello di Lugano), Brunate, la zona del Comasco e Induno.

Questa posizione così bella e particolare, con un clima apportatore di benessere e armonia, era stato scelto dai Signori benestanti del milanese quale luogo ideale per le residenze di villeggiatura.

Nel girare la zona mi sono resa conto che molte costruzioni riportano allo stile Liberty. La bellezza del verde e dei particolari viene notata da chi, ama la storia e l’ architettura del primo dopo guerra.

Villa Toeplizt è una costruzione stupenda il cui parco regala la visione di alberi che riportano,per la mole, ai quei tempi. 

La Villa è ora sede dell’ Università dell’ Insubria e ospita il Museo Castiglioni, dove uno staff ha riportato alla Luce con solerte opera una parte della storia antica.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

” IL Coccodrillo” . Animale Sacro.

Oltre ai reperti, il Museo, molto accogliente, apre le sue porte a nuovi mondi e nuove idee. Assieme ai preziosi resti archeologici,offre, in questo periodo , la possibilità di entrare in un mondo antico e segreto, ospitando la ricostruzione di una Tomba Egizia.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

“L’ Ippopotamo”

Seguendo le indicazioni date dagli animatori si può costruire un attimo di storia tornando a “respirare”

l’ atmosfera di Luxor  (antica Tebe), a Ovest del Nilo, ove, in un villaggio viveva una comunità artigiana sotto la Sovranità dei Faraoni del Nuovo Regno che ebbe inizio nel 1500 A.C.. Compito principale di questa popolazione era

l’ estrazione dell’ Oro e la  realizzazione delle tombe della Valle dei Re e della Valle delle Regine.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Le Divinità

Tombe che erano opere d’ arte e che iniziavano con l’ ascesa al trono del regnante fino alla sua morte.

La tomba di Pashed è ricca di decori ed è stata ricostruita in modo fedele con tecniche che  permettono, al visitatore, di ritrovarsi avvolto dalla Luce dorata tipica delle Tombe Egizie. Un salto nel Tempo.. quell’ oro prezioso che permetteva al defunto di essere ammantato di Luce e valore, qualità attribuite al minerale stesso.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Le Divinità- Particolare nella Tomba

I dipinti riportano molte Divinità del pantheon Egizio con particolare riguardo a Nut, la Dea della Resurrezione e della volta celeste. Osiride, Dio della morte e dell’ oltretomba ,di Horus e di Thot.

Il soffitto e alcune sezioni  delle pareti sono uno scritto unico, geroglifici che riportano parte del Libro dei Morti.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Il Soffitto

Pashed era colui che ideava le Tombe degli antichi Faraoni, artista dell’ epoca, ebbe questa opera come ultima dimora della sua vita in Egitto. Come dicono le pitture anch’ egli ebbe a sottoporsi alla “pesatura del cuore” in cui la Dea Maat, Dea della giustizia avrà  porre giudizio dell ‘ anima del defunto.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

“Il Giudizio e L’ Occhio di Ra

Pashed è rappresentato sorridente, La sua vita è stata onesta, corretta, e la prova è superata, cosi che Egli possa ricongiungersi alla sua forza vitale posta nell’ aldilà. A presiedere la cerimonia c’ era Thot, che aveva anche il compito di vigilare l’ uomo nel corso del suo Cammino verso la Conoscenza.

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Le Divinità e la “Fascia Nera” che divideva cielo e Terra

Attraverso un osservazione attenta dei disegni e dell’ opera si possono cogliere parecchie sfumature che arricchiscono l’ anima e la mente,lasciando impressa una Conoscenza che va oltre quella dei libri, perchè coinvolge tutti i cinque sensi. Un grazie a chi, con amore, dona parte del suo tempo e applicazione per permettere di far cogliere  ” l’ oro del Sapere” a chi nel passato ritrova potenzialità per capire e costruire, in modo saggio , il futuro.

 Strega Fata degli Incanti ©

 

 

Read More

Possessioni Diaboliche

Possessioni Diabolichedemon

Vista la richiesta di un amica scrivo poche brevi righe per dare voce al mio pensiero sulle possessioni diaboliche. Innanzitutto bisogna dire che le possessioni sono rarissime.Nella maggior parte dei casi si tratta di problemi psicofisici, ormonali, nervosi ecc… che si ripercuotono sull’ organismo. Un tempo questi sintomi non potevano essere riconosciuti e quindi venivano scambiati per possessioni. Casi più noti si rilevavano nei conventi dove le ragazze venivano rinchiuse, spesso, sotto scelta dei famigliari. La situazione di prigionia, la mancanza di amore , sesso e la chiusura totale alle proprie ispirazioni, portavano a crisi isteriche che venivano scambiate per possessioni. Il diavolo era visto come colui che tentava, capro espiatorio di ogni male o errore. I pochi esorcisti che ancora operano sanno benissimo (e lo dichiarano) che i casi di possessione sono rarissimi.
Bisogna poi vedere che tipo di disturbo ossessiona il colpito. Vi è infatti differenza tra i vari modi di disturbo.

Ossessione:
Con il termine ossessione si intende uno stadio progredito della tentazione da parte dei diavoli: gli spiriti malevoli opprimono con pensieri continuativi e ossessivi una persona.

La vessazione crea stress saltuario o continuo al punto che la persona cambia, non disturba solo gli uomini ma anche esseri animati o inanimati.In questo caso si parla anche di infestazione.

Possessione : presenza di uno o più spiriti maligni all’ interno del corpo d’una persona di cui ne prendono il totale controllo al punto di creare malattie e disturbi fisici e psichici. La persona cambia e ciò si riflette nella voce e nel fisico, nel comportamento e la persona arriva anche a parlare in lingue diverse a lei sconosciute.

Bisogna poi conoscere, dal punto di vista esoterico come è strutturata l’ energia del nostro corpo.
Siamo circondati da un alone elettromagnetico, una biolettricità che nelle entità è molto più forte della nostra. Questa energia è potente nei demoni e nelle entità celesti. Le loro vibrazioni sono alte a confronto di quelle dell’ umano medio. Probabilmente è per questo che nella Bibbia viene detto:
Esodo 33:20, Dio dice: “Tu non puoi vedere il mio volto, perché l’uomo non può vedermi e vivere”. Se anche alcuni grandi come Mosè si sono ritrovati a “faccia a faccia ” con il Dio Bibblico, non ne hanno avuto piena manifestazione. La biolettricità sarebbe stata incompatibile. Quindi io credo sia molto difficile avere un demone al proprio interno.Vi sarebbero sintomi ben diversi e maggiori di quelli delle possessioni. Secondo me è più probabile si tratti, qualora la possessione sia reale, di spiriti erranti, che hanno bisogno di un corpo fisico per poter comunicare o continuare a vivere un percorso non concluso. Cosa se ne farebbe un Demone di un corpo acquisito con la forza? nulla. Gli Dei non vogliono anime deboli, ne avrebbero vantaggio da possessioni, le quali non portano alla libertà ne alla indipendenza. Il loro scopo è sciogliere catene, non legare.. Stessa cosa anche per le possessioni angeliche. In questo frangente vale il discorso della bioelettricità posto sopra. Che poi anche in questo caso sarebbe un controsenso… un angelo non dovrebbe violare il corpo di un individuo, se lo fa lo danneggia nella sua struttura elettromagnetica, al limite si manifesta o comunica, ma molto raramente e con effetti comunque non semplici se l’ individuo non è altamente evoluto. Quindi cerchiamo di essere realisti… non facciamoci prendere da inutili paure e non pensiamo che angeli, santi e diavoli siano lì pronti a manifestarsi. Hanno compiti importanti (per chi crede). Evitiamo però due cose: svolgere magia ed esoterismo senza aver alzato le vibrazioni e essere protetti e saldi anche nell’ equilibrio psico-fisico, conoscendo bene la materia. E affrontare in faccia la realtà, assumendoci responsabilità. Gli Dei hanno altro da fare che tentare le persone a far danni. Vogliono studio e Conoscenza. del male non se fanno nulla, del buonismo anche. Vogliono crescita e impegno.

Strega Fata Degli Incanti- B.C.©

 

Read More