Crea sito

Gli Incanti – Ottenere con e la Magia

fata3Il pensare che gli incanti e quindi la magia siano un mezzo di appagamento per i nostri bisogni più umani indica non averne capito l’ Essenza. 

Solo dopo un lungo Percorso in cui l’ Anima si è arricchita della Conoscenza si potrà verificare un sensibile miglioramento nella nostra esistenza. 

Bisogna saper cambiare Noi stessi prima di cambiare il mondo circostante nel nostro microcosmo. E non viceversa.

Non cambiamo, sostanzialmente,nessuno ma le situazioni e le persone risponderanno in modo diverso alle nostre vibrazioni.

Strega Fata Degli Incanti – B.C. ©

 

Read More

Entrare in Connessione con L’ Elemento Acqua

KODAK FUN SAVER Digital Camera

KODAK FUN SAVER Digital Camera

L’ acqua rappresenta le emozioni. Essa racchiude il potere di purificare, Congelare, rimettere in moto le situazioni. Se la Terra è il grembo della Dea Madre, quello che ci accoglie, l’ acqua è il liquido amniotico che ci accompagna nella gestazione.

 

Se ci troviamo vicino a un corso d’ acqua, puro, non contaminato, si può svolgere un breve esercizio che ci connetterà con l’ Elemento.

Sulla riva porsi in piedi con le mani protese verso l’ acqua. Fare il gesto di afferrare con a mano sinistra l’ Essenza dell’ Elemento.

Osservare con attenzione le sue sfumature. I suoi colori, rumori, la vita che racchiude: pesci, animaletti acquatici, vegetali. Per un attimo pensare a come possono sentirsi, ai cambi di stagioni in cui l’ acqua è gelida in inverno e diventa tiepida d’ estate. Pensiamo al suo corso e a ciò che incontra. l’ acqua registra pensieri ed emozioni.

Inumidire ora le labbra di saliva e proferire l’ emozione, se è ciò che vogliamo lasciar andare o focalizzare.

Portiamo la mano sinistra alle labbra, e uniamo i  palmi immaginando di chiudere l’ intento tra di Esse. 

Se dobbiamo ricevere conoscenza, creare in Noi sentimenti ed emozioni, sarà la destra ad appoggiarsi con maggior impeto alla sinistra. Se dobbiamo lasciar andare il contrario.

Immergere le mani nell’ acqua e chiudere l’ opera ponendo i palmi in modo che si formi la croce dei quattro elementi.

Per ringraziare usiamo un offerta con parole nostre o un atto gentile alla natura.

Strega Fata Degli Incanti – B.C. ©

Read More

Un Dialogo col Bosco

Chiudiamo gli occhi…

il profumo della vegetazione ci penetra.

Immaginiamo la”forma” di questi profumi … a che colore e suono li abbiniamo, o meglio se Essi fossero suono o colore che tono e aspetto avrebbero.

Il vento, il rumori. Trasformiamoli in Luce, in una danza di tinte e energia. 

Entrando così con Essi in vibrazione si potrà entrare in profonda sintonia e “dialogare” con la natura.

Sentiamo i mutamenti che avvengono nel nostro corpo. Quella leggera pressione dietro le orecchie, quell’ udire particolare.

Il saper cogliere le auree e l’ energia che circola… Apriamo gli occhi e muoviamoci ora piano. Il bosco ci ha parlato e cosa ha detto e come l’ ha detto è un segreto di ognuno.

L’ esercizio, come ogni opera magica ed energica, va svolto solo se ci sente forti in perfetta salute ed equilibrio di mente e di corpo e se non si stanno assumendo farmaci che possono alterare la percezione. Un uso improprio o in condizioni di mancata preparazione non è da applicarsi. Non mi assumo perciò responsabilità.

Strega Fata degli Incanti- B.C.

Read More

Venerdì 13

Venerdì 13

Le superstizioni legate al venerdì 13 si basano su origini antiche. Sembra che Eva tentò Adamo proprio di Venerdì, giorno in cui ebbe inizio anche il Diluvio Universale. Inoltre Venerdì è il giorno della morte di Gesù. Lucifero era angelo del pianeta venere associato a questo giorno. Per quello che riguarda il numero 13 la prima cosa che viene in mente è l’ultima cena di Cristo dove c erano 13 invitati. Venerdì 13 ottobre 1307 i Cavalieri templari vennero arrestati e molti di loro finirono al rogo. Il 13 è associato, nei tarocchi, alla fine di un ciclo, alla morte. Infatti il 13 spezza i cicli perfetti. I 12 mesi dell’ anno, i segni zodiacali sono resi irregolari dall’ aggiunta di un 1.. è quindi  numero imperfetto tra numeri perfetti così come il 17. Sulle lapidi delle  tombe, i romani  incidevano  VIXI che significa ” ho vissuto “quindi sono morto, che nel Medioevo venne confusa con XVII, il 17 secondo il sistema numerico romano. Secondo l’antico testamento, il diluvio universale  ebbe inizio  il 17° giorno del secondo mese e concluse il 17 del settimo mese. Per l’ Italia il giorno 13,venerdì non è considerato di cattivo augurio grazie al famoso “13″ della schedina. Il 17, invece ha cattiva fama in quanto sulla smorfia è associato a disgrazia.
La parascevedecatriafobia è la fobia del Venerdì 13.

Strega fata degli Incanti- B.C.

Read More

Essere Strega

Essere Strega

Essere Strega…

La Stregoneria è un Arte dai mille Sentieri i cui modi di espressione, per quanto diversi se realmente appartenenti all’ Opera della Conoscenza, portano alla realizzazione di Sè. A promuovere e riaccendere la Scintilla Divina che nell’ Opus Magnum trova compimento.

E’ quasi impossibile definire tutti i canali e i metodi, i culti e le correnti che portano alla definizione di magia.

La partenza è nel Conoscere la storia dell’ Uomo da cui la figura della Grande Madre ha preso forma: un culto che è l’ inizio della Stregoneria, il valore della Saggezza e del Potere Femminile che è insito in ognuno e che ora è soffocato dal vivere quotidiano coi sui ritmi frenetici.

Il Politeismo ( dal greco antico πολύϑεος «che ha molti dèi * ) è in affinità con la strega poichè lungo il suo Cammino, è possibile per Essa, entrare in connessione con Entità di ogni piano dimensionale, incluse le Divinità. Per fare ciò dovrà affinare, per gradi la sua preparazione e il suo stato vibrazionale.

Lo staccarsi da vari retaggi, in una sorta di pulizia spirituale che la ricongiunge alla natura le fa superare il concetto di bene e di male presente in alcuni culti e correnti. Essa riconosce il ritorno a quella purezza interiore che era presente all’ inizio dei tempi a cui si unisce la sapienza di un lungo Cammino.

La Sacralità non si esprime solo in un rito. Non è solo l’ altare, l’ accendere candele o l’ incenso. E’ qualcosa di più profondo. E’ la mutazione della nostra energia. E’ saper dirigere l’ energia stessa e il saperla dirigere. E’ il cambiamento profondo che, elaborato dalla mente, si riflette sulle situazioni circostanti mutando, in meglio, la vita. Questa alchimia genera un processo doloroso. Il rilasciare è spesso difficile e richiede pazienza e impegno. La Sacralità si esprime in ogni atto del quotidiano. Essa si può tradurre in un continua opera di raccoglimento e studio che genera Saggezza: Ciò va oltre lo studio sui libri, anche se questo è compreso, ma nell’ esperienza di ogni istante della singola giornata.

Strega Fata Degli Incanti – B.C.©

*Etimologia della parola: Dizionario Treccani

Read More