Crea sito

Le Tenebre e la Luce

Finestre-Natale-44089Da quella grande finestra Gaia poteva ammirare l’ intera piazza. Ora pioveva e le gocce fini si accendevano di luci. Uno sfavillio che faceva apparire ovattati i contorni dei lampioni, delle insegne. Tutto taceva. Il tempo era sospeso in quei momenti, quando il buio e il freddo prendevano il sopravvento. Per lei che amava il sole, l’ estate, era triste star lì in un angolo ad attendere che una nota di colore accendesse quella sera fosca. Sara le andò vicino. La vecchia aveva segnato sul viso ogni attimo del suo tempo. Era saggia e guardava con benevolenza la piazza e  l’ orizzonte, o almeno  quel poco che si faceva spazio tra le case e i giardini, fatto di monti e boschi.

Gaia era stupita di come una donna così vitale, saggia e preparata nella grande scuola della vita amasse un tempo così cupo. Era più logico pensare che fosse il sole, la luce a prevalere. In fondo cos’ era quella tenebra che a tutti fa paura se non  assenza di luce, qualcosa di inesistente, di inafferrabile che era simbolo di male, di ignoranza, di dolore. Accese allora ogni lampada nel locale e la stanza fu luminosa, così luminosa da riportarle un pizzico di buon’ umore.

“Non ami la pioggia?” osservò Sara “eppure è meravigliosa, rende più intensa ogni aiuola. I fiori sembrano brillare e tutto pare adornato  di diamanti”.  “Solo perché la luce li sfiora, e meno male che esiste quel barlume di luce che sennò nulla sarebbe poiché il buio non esiste”.

Se sei certa di questo allora per una settimana starai alla luce, sempre, ogni istante. E io al buio e vedremo chi imparerà di più, chi è più intensa di vita… le tenebre o la luce”.

Il primo giorno gaia era entusiasta. Il sole era tornato e la lampade accendevano la notte. Quanto tempo a disposizione per fare tutto ciò che desiderava. Passeggiare di giorno, correre, ridere e fare il bagno al lago. Leggere al calar delle prime ombre.

La seconda notte era infastidita, era stanca e voleva appisolarsi, ma non riusciva, le luci le impedivano il riposo e di leggere era annoiata.

Il terzo giorno gli occhi bruciavano di tutto quel bagliore. Se continua così mi ammalerò pensava.

Il quarto giorno si accorse che il suo sonno non era più sereno. Dormiva per sfinimento. Non poteva godere della bellezza della luna piena che avrebbe visto il suo compiersi quella notte. Si perdeva la sua luce nella luce stessa. Voleva esprimere un desiderio alle stelle cadenti ma neppur quelle si potevano ammirare. Nulla della notte esisteva più…tutto era  perso nel bagliore dell’ Universo.

Gaia capì… le tenebre esistono, oscure come la profondità della terra accolgono i passi della luce. E da allora non ebbe più a temere il buio. Spense ogni lampada, aprì le persiane e la notte la avvolse, salutò la luna e si addormentò serena.

Strega Fata Degli Incanti B.C. ©

 

Read More

Strenne Magiche

KODAK FUN SAVER Digital Camera

Strenne Magiche

Il grande bosco aveva salutato l’arrivo dell’ Inverno. Le grandi mura che cingevano Roma erano state completate. I grandi alberi del bosco erano adesso coperti di neve. Faceva freddo e solo abeti e alloro regalavano i loro colori e profumi. La resina si faceva sentire rendendo l’aria intensa e balsamica. Quell’ aria resa pura dall’ ultima nevicata. Il bosco era pullulante di vita nonostante il gelo. Il popolo aveva raccolto quei rami di sempreverde, dono degli Dei, e li aveva ornati di spezie e frutta in segno di riconoscenza per colui che aveva fatto costruire i muri di difesa e confine.

Da allora ogni anno in ricordo di Strenia, la Dea a cui il bosco Sacro era dedicato, rami di pino, alloro e abete divennero tradizionale dono per chi si voleva bene. La Dea era simbolo di salute e fortuna ed era questo l’augurio che si voleva far giungere alle persone care.melo1

Un ramo fatato si può preparare ancora oggi per coloro che si ama.

Occorrono rami di sempreverde, spezie e decori.

Se si vuole creare un ramo di fortuna e protezione occorrerà preparare qualche giorno prima alcune fette di arancia e mandarini disseccate. Col tempo la polpa del frutto andrà a sparire e rimarrà solo la parte bianca che darà l’ effetto di una piccola ragnatela. Ebbene in quella piccola tela andranno a depositarsi tutti i pensieri negativi, le energie contrastanti e confuse. Piccole ghiande, di solito 3, magari dorate, saranno propizie al benessere.  Si aggiungeranno sfere sfavillanti rosse, blu e verdi. Vi sono in commercio palline in polistirolo da decorare o in vetro e plastica da aprire. Al loro interno si potranno racchiudere desideri e auguri assieme a glitter e simboli personalizzati. Un ultimo tocco verrà dato da un filo di essenza in sintonia col pensiero o augurio. Ancora più personale se si sceglierà il profumo in armonia al segno zodiacale del consultante.

Per la bellezza… alle fette di arancio si uniscono fettine di mela. Se si apre una mela in orizzontale si noterà che all’ interno il torsolo e i semi formeranno la figura di un pentacolo. Le sfere si orienteranno sui toni del verde e del rosa. Una piccola bottiglietta legata con un nastro rosso conterrà un profumo misterioso e affascinante. I fiori per questa composizione non sono tipicamente invernali ma racchiudono magici poteri… calendula e rosa.

Si può completare il dono con una confezione di te all’ Ibisco reperibile in qualsiasi erboristeria.

Exif_JPEG_420

Per l’ amicizia: fiori di lavanda, caprifoglio e violetta posti all’ interno delle sfere. Piccoli simboli in legno e una scatoletta dei ricordi. La scatoletta dei ricordi è un piccolo contenitore di legno dove tramite tecniche a nostra scelta vengono riportati simboli e disegni in armonia con noi… Segno zodiacale o planetario, date, frasi o semplicemente immagini magari in decoupage. All’interno si ripongono i piccoli ricordi d’ amore o d’amicizia che uniscono due persone e i pensieri che vogliamo rivolgere ad essi.

La fantasia farò da guida nella creazione delle strenne. Zenzero, cannella, pietre semipreziose o forate per l’ abbondanza e il benessere materiale.

Profumi magici per ogni segno:

Ariete= Lavanda. Anche se sembra un profumo mite ha in sé la gran forza di allontanare le negatività, inoltre smorza il carattere spesso troppo focoso degli Ariete riportando armonia e complicità.

Toro= Rosa, che eleva e stacca dalla materialità. Inoltre è ben gradito a Venere che in questo segno ha il suo domicilio.

Gemelli= Origano, per riequilibrare e dirigere le energie.

Cancro= Lillà. Per regolarizzare il sintonizzarsi con le vibrazioni degli influssi lunari.

Leone= Incenso il cui potere crea un legame con le alte sfere e favorisce la Conoscenza,

Vergine= Giacinto, per dare quel tocco di sensualità e vitalità ai seriosi e precisi nativi del segno.

Bilancia= Verbena dai poteri magici che si estendono dall’ amore alla protezione.

Scorpione= Erica. Il profumo delle fate che addolcisce il carattere.

Sagittario= Violetta che esalta i pregi del segno.

Capricorno= Caprifoglio che armonizza e addolcisce il carattere.

Acquario= Felce, che accompagna il fato nella sua evoluzione.

Pesci= Glicine… in perfetta armonia con il segno porta positività.

Profumo magico per il fascino:

Il primo lunedì dopo la Luna Nuova cogliere una foglia di fico , farla seccare e sbriciolarla. 

Aggiungervi olio di rosa,muschio e verbena ( 3 gocce di ognuno).

Porre un pizzico fine della polvere di foglia di fico assieme alle essenze di cui sopra e unire un pò d’ alccol dolce. 

Macchia gli abiti per cui è utile porne qualche goccia su un pò di cotone da mettere in un sacchettino rosso.

Conservare la polvere della foglia di fico accanto a un immagine della Dea Venere o vicino a una propria foto.

Questo profumo agisce sulle vibrazioni non sulla qualità olfattiva.

 Strega Fata Degli Incanti- B.C.

Read More

17 novembre: Giornata del Gatto Nero

17 novembre: Giornata del Gatto Nero

satyIl 17 novembre è la Giornata del Gatto Nero. Festa fondata dall’ AIDA (Associazione Italiana Difesa Animali & Ambiente ) per  sensibilizzare  e condannare il problema delle uccisioni e dei maltrattamenti di gatti neri per motivi di superstizione. Origini della superstizione sul gatto nero
Secondo un retaggio del passato, a dir poco assurdo, il gatto nero porterebbe sfortuna.
Superstizioni medievali senza alcun fondamento, in quanto i gatti neri, per il loro manto oscuro si credevano legati a demoni e consimili.
La notte poi non favoriva  la visibilità e i cavalli di carri e carrozze si imbizzarrivano se ne trovavano uno tra gli zoccoli… era rischio di incidente insomma.
In realtà i miti sono molti e non tutti negativi. Ma quello che ci sta a cuore è estirpare antiche quanto malsane credenze… gli operatori dell’ occulto non uccidono gli animali nè nessuna altra creatura. Le streghe e i pagani nei sacrifici agli Dei offrono opere di rispetto e di energia nei confronti della natura,  fiori e incensi. 

Quest’anno le iniziative in riguardo alla ricorrenza sono state mantenute in toni sobri in segno di rispetto alle popolazioni colpite dal terremoto.

Una coccola affettuosa a tutti i miciotti di ogni colore !

Read More

Super Luna di Novembre

moon3

Strega Fata Degli Incanti – B.C.©

Un corpo celeste che descrive un orbita attorno alla Terra quando raggiunge il punto di distanza minore  è in  Perigeo. La Luna compie un giro attorno alla Terra di circa 28 giorni. Le sue fasi sono dunque una conseguenza di come il satellite abbia a illuminarsi in rispetto al suo orientamento verso il Sole. Durante questa orbita  segue un percorso con parametri di eccentricità, non traccia quindi la perfetta figura di un cerchio. Si trova a essere, in maniera frequente, più vicina al nostro pianeta in qualsiasi fase essa si trovi. Accade che il fenomeno coincida con la Luna Piena dando vita a una visione molto luminosa del satellite che lo fa sembrare molto più grande del solito. Per questo motivo gli si attribuisce il nome di Super Luna. Il 14 novembre la Luna Piena vedrà il suo realizzarsi nel segno del Toro alle 14,53 al Perigeo alle 12,24. Una Luna così intensa non era visibile da circa 68 anni e altri 18 bisognerà attenderne per ammirarne una simile. La visibilità  del fenomeno non sarà possibile da ogni luogo a occhio nudo, forse per alcuni passerà inosservata, ma sarà sufficiente ad offuscare lo sciame meteoritico delle Leonidi, frutto di residui e pulviscolo della cometa Tempel-Tuttle. La polvere di questa cometa si raddensa in una nube che la Terra attraversa in questi giorni di Novembre. Quest’ anno il periodo si collocherà tra il 16 e il 18 del mese.

Questi fenomeni celesti vengono spesso interpretati come nefasti, legati a significati che spesso cadono nel superstizioso. In ambito astrologico non sembrano, in questo caso negativi. Le posizioni planetarie riportano, infatti, a un’ intensificarsi dei dialoghi sia  a livello politico che in riguardo alla vita personale. Al contrario di ciò che può sembrare, il cielo invita a un maggior dialogo in positivo con un’ apertura ad alleanze e soluzioni. Ogni volta che si parla di stelle c’ è sempre chi vuole interpretare il futuro in modo allarmistico. Ma tutto è legato all’ impegno e alla volontà. Un periodo pesante, la cui traccia si trova nei transiti planetari indica la necessità di lavorare su noi stessi usando quelle energie contrarie a beneficio dei progetti intrapresi. In questo mese i pianeti veloci emaneranno le loro energie da segni che riguardano tutti e 4 gli elementi, un equilibrio che indica possibilità di migliorare, armonizzare e costruire, anche se Saturno , Marte e Plutone portano in auge temi scottanti e qualche novità poco piacevole. Confusione, qualcuno potrà pretendere di salire in cattedra o imprevisti.

In qualsiasi modo si decida di osservare il cielo,astrologicamente o astronomicamente, non si può comunque non coglierne la meraviglia, un ammirare che accresce lo spirito nella bellezza della perfezione dell’ Universo e dei suoi ritmi.

 

Fonti: Interpretazione personale dei transiti, considerazioni tratte da studi autodidattici.
Comparazione di alcuni dati tecnici con Focus it -Astronomia-com consultati il 03 /11/ 2016
L’ immagine è stata tratta dal web senza che ne fosse indicata la fonte.

Read More