Crea sito

Acqua della Regina d’ Ungheria

Marie Meurdrac visse nella Francia del XVII secolo. Nel 1625 si unisce in matrimonio col comandante Henry de Vibrac. Da quello che ora è un piccolo sobborgo di Parigi Marie ebbe a trasferirsi col marito al castello di Groisbois. Divenuta amica della contessa de Guiche ottiene di aver accesso ai trattati della nobile. Le sue ricerche le permisero di divenire un’ eccellente chimica e di scrivere un trattato alchemico-spagìrico che passerà alla storia .
“La Chymie cha¬ritable et facile, en faveur des dames” (1674. In esso è contenuta la ricetta della regina d’ Ungheria a cui è dedicato un capitolo del mio romanzo. e di cui posto  la ricetta.

L’acqua della Regina d’Ungheria ha molte varianti. Donata da un eremita ebbe pregio di ridare salute e bellezza alla settantenne sovrana che fu chiesta in sposa dal regnante di Polonia. Proposta mai accettata dalla Regina.
Sembra che la nobile si sia dedicata un intero anno alla cura con la portentosa ricetta che qui posto al solo titolo di conoscenza.

Due libbre di acquavite che abbia subito distillazione per 4 volte
ventidue once di rosmarino in cime e fior i da porre in un vaso chiuso per cinquanta ore.
Distillare poi il tutto in un alambicco a Bagno Maria.
Ogni sette giorni se ne prenderà una dramma (3,89 grammi) in un brodo di carne. Inoltre ogni mattina , la risveglio si userà per lavare il viso e gli arti malati sulla quale si strofinerà.


Ricetta ispirata dal trattato “La Chymie cha¬ritable et facile, en faveur des dames” (1674)  di Marie Meudrac- L’ immagine è tratta dal web senza citarne la fonte, se qualcuno ne reclama i diritti sarò prontamente rimossa.

Read More

Una Strega a Somma Lombardo

Una Strega a Somma Lombardo.

Un racconto ambientato nei primi decenni del XVII secolo nei territori dell’ antico Verbano. Una donna saggia, colei che può essere definita Strega, vive una vita intensa.  L’uso sapiente dell’ intelligenza, della bellezza e il desiderio della libertà la spinge a sfidare i potenti dell’ epoca… e in un periodo buio come quello dell’ Inquisizione la sfida si arricchisce di colpi di scena. La fine è da scoprire, le riflessioni da cogliere, fino a giungere alla considerazione che Giulia, la protagonista è una Donna senza tempo. E’ la Strega, la Saggia, è colei che realizza Se Stessa. Il tutto è ambientato tra fantasia e realtà. I luoghi esistenti e fatti storici realmente accaduti si uniscono al mistero e alla favola. 

In questa pagina scopriremo assieme le ricette dell’ epoca che hanno accompagnato la magia di Giulia. Una raccomandazione… qualsiasi uso di erbe o segnature sono da intendersi come costume dell’ epoca e NON vanno a usate a scopo personale. La favola e le antiche leggende tali devono rimanere… In caso si ritenga necessario l’ uso di erbe rivolgersi al medico o a un esperto del settore.
Le ricette qui descritte accompagnano gli episodi del libro, sono un aggiunta per scoprire assieme i segreti dei secoli passati. ( Sul libro troverete usanze e magie ma non con stesse parole che troverete qui…sennò il bello finisce subito…) ♥

Briante Cesarina ©

Read More