Crea sito

Febbraio – Un incanto al giorno

                                                           

 Febbraio

   Fasi Lunari:

   Primo Quarto – 4 /02/ 2017 alle 05:20

    Luna Piena in Leone – 11 /02/ 2017 alle 01:35

Ultimo Quarto – 18/02/ 2017 alle 20:35

  Luna Nuova in Pesci – 26/02/2017 alle 16:00

 

1° Febbraio:

Imbolch, Candelora, Festa della luce, giorno di Brigid. Si benedicono le candele da usarsi durante l’ anno.  Accendete candele bianche,circondatevi di fiori bianchi e incensi. Prepariamoci alla primavera benedicendo le sementi con un incenso a base di angelica , alloro, mirra e basilico. I cristalli saranno il quarzo e la pietra di luna.  Oppure pietre e sfere scintillanti ottime per decorare la tavola, da mettere quale porta fortuna nei pout-pourry o da offrire in dono alle fatine e ai folletti della casa… simboli di luce da mettere in circolo per decorare i porta candele in questo giorno speciale! ( attenzione in ogni occasione, quando accedente la candela, usate la massima prudenza onde evitare incendi e ustioni). Occorrente per sfere create in modo naturale :1/2 bicchiere di farina ,1/2 bicchiere di sale, olio di cannella per amalgamare e aromatizzare, acqua calda quanto basta, colorante per cibo naturale. Ottenere delle sfere colorate con questa pasta.

2 Febbraio:

Il bianco contiene il potere di tutti i colori, per questo la candela bianca li sostituisce tutti. Le antiche streghe contadine che avevano ben poco a disposizione usavano le candele di sego che spesso venivano sbiancate. Questo colore protegge e aiuta. E’ simbolo di purezza e di pace.

3 Febbraio: 

Il pentagramma di congedo serve per bandire o allontanare e si usa per vari riti e candele. E’ utilizzato anche per aprire il cerchio magico. Si traccia partendo dal basso a sinistra che corrisponde all’ elemento terra si sale alla punta in alto cioè lo spirito, si scende a destra fino al fuoco e si risale in alto a sinistra (Aria), poi si arriva all”acqua punta in alto a destra) e si ritorna alla terra (in basso a sinistra) per poi chiudere allo spirito.

4 Febbraio:

Capita a volte di far arrabbiare qualche fatina… succede se non rispettiamo il luogo dove vivono, se non prestiamo attenzione ai loro adorati animaletti o se disturbiamo l’ armonia dei boschi. Se abbiamo il sospetto di aver irritato le fate suoniamo un campanellino d’ argento, facciamo 9 giri in senso antiorario gettando per loro semi e offerte, un bagno purificante col sale caricato alla salvia e rosmarino, e profumiamoci con un olio essenziale adatto a noi o dedicato alla Dea. Purificate gli abiti con un lavaggio di lavanda e sale.

5 Febbraio:

Gli incanti iniziano nel momento stesso in cui si procede nel procurarsi il materiale. Teniamo il giusto atteggiamento fin da questo inizio. Cerchiamo il giusto raccoglimento e rispetto ma cerchiamo anche di essere fiduciose e serene. Sentiamoci forti.

6 Febbraio:

Festa di Dioniso. Anticamente si faceva una coppa intagliata nell’ ametista per evitare una ubriacatura. Una coppa in ametista è cosa rara.. si sostituisce mettendo un’ametista nel bicchiere nell’alcolico che si ci appresta a bere.

7 Febbraio:

Festa della luna – Olio per onorare la Dea: miscelare olio ess. di rosa e sandalo in parti uguali aggiungendo un terzo di olio di limone e gelsomino.

8 Febbraio: 

Non sempre, per stanchezza o perchè assaliti dai problemi quotidiani riusciamo a entrare in contatto con la Dea. Proviamo allora a rilassarci con un bel bagno caldo alla rosa. Poi facciamo meditazione ungendo i nostri chakra con olio della Dea, o con olio ess. di vaniglia o rosa.

9 Febbraio:

Gli incanti per propiziare e avvicinare si effettuano a luna crescente. Per un bagno magico che attiri fortuna comporre uno speciale bagnoschiuma. A 50 ml di miele liquido aggiungete una goccia di olio essenziale di basilico, una di olio di cannella, una di verbena. Versate la pozione nell”acqua della vasca e restate immerse per 5 minuti dopo aver acceso una candela arancione vestita con olio di bergamotto.

10 Febbraio:

Un the alla rosa bevuto per 7 giorni consecutivi attirerà l’amore mentre il carcadè porterà nella vostra vita bellezza e passione.

11 Febbraio:

Per vedere le fate si può provare con questo speciale talismano: fate seccare in un libro a voi caro un quadrifoglio, meglio se colto di venerdì. Poi con un pennellino passateci del miele e fate aderire 7 chicchi di riso. Tenuto nella mano in un bosco vi aiuterà a incontrare il piccolo popolo.

12 Febbraio:

La Dea Kuan Yin, è “Colei che sente i lamenti del mondo” ed è adorata da secoli come la dea della gentilezza, della pietà e della grazia in Cina, ma riconosciuta benefica anche dai taoisti e dai Buddisti. È la Signora che porta i bambini’ perché concede figli a chi non ne ha, inoltre porta la pace sul campo di battaglia. Si narra che aiuta e guarisce chi la invoca in caso di pericolo o malattia. Per prepararle un altare basta una mensola alta su cui posare la sua immagine, un incenso ai fiori dolci e una campanellina o un tamburello dal suono delicato da suonare 3 volte enunciando il proprio desiderio.

13 Febbraio:

 Nell’ antica Roma dal 13 al 21 febbraio – Parentalia, in onore degli antenati e dal 13 al 15 febbraio – Lupercalia, in onore di Fauno. Mangiare un’ insalata di rapanelli e mele renderà più solido l’ amore con il partner (mangiatela assieme).

14 Febbraio:

Festa dell’amore. Una candela rosa alla finestra attirerà l’ amore.. non date fuoco alle tende sennò attirerete i pompieri…

15 Febbraio:

Acquistate un”ambra montata in argento o in oro e indossatela quando dovete affrontare situazioni professionali difficili: vi aiuterà a uscirne vincitori.

16 Febbraio:

Se sentite il bisogno di purificare la casa fate questa piccola prova: battete le mani negli angoli, dove il suono è attutito e vi sembra mancare di forza lì ristagnano energie poco pulite. Purificate quindi con una candela bianca e accendete dei rametti di timo, rosmarino e salvia per purificare le stanze.

17 Febbraio:

Nell’ antica Roma Quirinalia, in onore di Quirino. Dio romano delle tribù. Un incenso di  Calendula e Alloro porterà vittoria e allontanerà i pettegolezzi.

18 Febbraio :

Parentalia – festività romane, con svolgimento prevalentemente privato, che si celebravano annualmente in onore dei Parentes defunti della famiglia.

18 Febbraio – 17 Marzo: Giorno del Frassino con il cui ramo potete fare una bacchetta da consacrare alla luna piena.

19 Febbraio:

Mettere sulla tomba dei nostri cari una piantina di maggiorana è un atto d’ amore per augurar loro di reincarnarsi in una nuova vita felice. Il rosmarino invece è simbolo di eternità.

20 Febbraio:

Se trovate una pietra bucata raccoglietela e consideratela un portafortuna .. è un dono del piccolo popolo.

21 Febbraio:

Una tormalina nera protegge dalle negatività,dai danni degli apparecchi elettronici e aiuta a scaricare lo stress.

22 Febbraio:

Esprimere un desiderio davanti a un incenso di Salvia, Copale e Alloro ne permetterà la realizzazione.

23 Febbraio:

Tenere una mela rossa, colta o acquistata di venerdì, in un angolo di casa ritenuto negativo assorbirà tutte le negatività. Sostituirla dopo 14 giorni.

24 Febbraio:

Giorno Pagano Europeo della Memoria . Si ricordano le sorelle e i fratelli uccisi nel tentativo di eliminare le religioni pagane. Si commemorano accendendo una candela bianca con vicino un bicchiere d’ acqua che poi useremo per bagnare una piantina. Oltre a fare un doveroso atto di amore e onore alle sorelle vittime della tragedia esse ci saranno di sostegno nel nostro cammino magico.

25 Febbraio:

Il limone purifica oggetti e ambienti da ogni vibrazione negativa se aggiunto all’ acqua del lavaggio.

26 Febbraio:

Una ottima protezione per la casa consiste nel porre ne terreno della vostra proprietà, davanti all’ ingresso, un quarzo ialino o cristallo di rocca. In alternativa anche in un vaso.

27 Febbraio:

Festa di Marte. – Equirria (prima), corsa equestre in onore di Marte. Per aumentare le proprie capacità divinatorie preparate un the al gelsomino, aggiungetevi un pizzico di cannella filtrate e bevete alla luce di una candelina argento o viola o arancione.

28 Febbraio:

Se dovete affrontare un problema lavorativo o professionale indossate un anello in oro e ambra purificato con un incenso al basilico e consacrato alla luce di una candela dorata.

 

Read More

La Prima Luna Di Gennaio

Come un antico sentiero ai margini del bosco

Come un antico sentiero ai margini del bosco

Gli ultimi stalli posti ai confini del borgo, presso il Monte Sordo, erano immersi nel tipico silenzio invernale. La neve rendeva l’ aria intensa, ogni suono sembrava spegnersi. Come se una cappa invisibile circondasse il luogo e l’eco  andasse a perdersi nelle spirali di una barriera gelida e incolore. La strada che proseguiva nei boschi sembrava infinita. Ve ne erano disegnati di sentieri bui e misteriosi nei libri di fiabe e di avventure. Rari tesori i libri. In pochi potevano averne visione un tempo. Gli scritti da Messa e di preghiera raccontavano la vita dei  Santi e i luoghi dove avevano vissuto. Grandi dipinti posti nelle chiese rammentavano  le gesta di S. Giorgio, San Martino e molti altri. Illuminati dalla luce delle candele diventavano ispirazione e durante le funzioni Sacre i bambini si perdevano a sognare di quegli eroi, delle loro lotte, dei draghi e dei miracoli. E  tutto diveniva magia. Alla sera poi erano le favole narrate attorno al camino a portare i bambini sulle ali della fantasia. La “Regioura” raccontava di tempi lontani. Con le gesta di eroi e personaggi, tra il vero e l’ inventato, con mille sfumature diverse, la fiaba prendeva vita…lupo3

 

 

Al calar della notte un suono lontano rompeva ogni raccoglimento. Era dapprima un sibilo, poi i toni si alzavano e gli ululati avvertivano che i lupi si  stavano avvicinando. Scendevano in branchi vicino ai villaggi. Le donne che pregavano lasciavano trasparire, in modo velato, il loro timore… la voce si incrinava e il loro ripetere era a scatti così che il mormorio delle litanie si confondeva… la paura faceva dimenticare il significato delle parole. I bambini si apprestavano a coricarsi. Salivano la scaletta che portava al fienile. Un soppalco aperto, misero che odorava di fieno stantio. Sotto una coperta fatta di pelli o di lana, o tra  un’ imbottita di foglie di granoturco dell’ ultimo raccolto, trovavano riposo. Si coprivano fino alle orecchie per non sentire le voci  del bosco e lo scricchiolio delle foglie secche riempiva la stanza di rumori. 

Una luna incantata dal gelo illumina la vita della foresta

Una luna incantata dal gelo illumina la via della foresta

 

La Luna di Gennaio prende il nome di Luna del Lupo. Questo animale vive in un ambito famigliare. Si sceglie una compagna che tale rimane per tutta la vita e il “branco” è formato da un nucleo  consistente in una coppia dominante, i loro cuccioli e spesso da altre famiglie consanguinee. Tutto dipende dall’ ampiezza del territorio occupato e dalla possibilità di sopravvivenza che la zona occupata offre.

lupo2

Quando una femminna di lupo è in attesa viene supportata dal compagno e dal resto del branco, allontanata dai territori di lotta e di rischi. Il lupo raramente è pericoloso per l’ uomo a meno che non si trovi in condizione di difendersi da esso, sia affamato o, nella maggior parte dei casi, in preda alla rabbia. Non ama infatti mostrarsi, schivo e quasi timido vive in luoghi solitari col branco. Ma un tempo, quando gli inverni cupi e il freddo si facevano sentire, scendeva fino quasi ai villaggi, non lontano dalle prime case che segnavano i confini del borgo, magari al di là delle imponenti mura che tracciavano confine e proteggevano le contrade.

La luna del lupo scandisce il momento più freddo dell’ anno, il passaggio tra Dicembre e Gennaio. Il suo significato ci riporta alla famiglia, al ritrovare le origini, a rivivere i ritmi di un tempo. Il tepore, il riunirsi, la solidarietà. E’ il periodo della riflessione. Una luna che avviene generalmente quando il Sole è nel Capricorno, col Novilunio, per diventare Piena in Cancro a Gennaio. Il Cancro è il segno della Luna, dell’ Elemento Acqua e della famiglia. Il Capricorno segna Yule, l’ inverno, la nascita del divino e l’ Elemento Terra. 

Condividere i valori della famiglia tramite il raccoglimento e  attraverso quei gesti gioiosi che indicano condivisione e solidarietà. Questo è il messaggio che in questo periodo l’ Universo ci manda. 

La Luna Piena, la prima del 2017, avverrà il 12 Gennaio alle ore 12,33. Ciò che abbiamo seminato durante i giorni Sacri della manifestazione del Divino viene ora a essere raccolto. Epifania significa proprio manifestazione della Divinità. In ognuno di Noi c’ è una Scintilla di Sacralità, vibrazioni di Luce e Ombre pronte a evolversi. Un processo alchemico energetico che viene elaborato attraverso un’ opera di sensibilità, conoscenza e approfondimento in riguardo ai grandi valori etici. Ma sono spesso le piccole cose, i gesti e i pensieri del quotidiano ad affinare queste doti. Questa Luna ci suggerisce che le energie del periodo sono un valido supporto per approfondire e espandere quella parte Sacra insita nell’Anima di ognuno.

Strega Fata Degli Incanti – B.C.

Read More

Super Luna di Novembre

moon3

Strega Fata Degli Incanti – B.C.©

Un corpo celeste che descrive un orbita attorno alla Terra quando raggiunge il punto di distanza minore  è in  Perigeo. La Luna compie un giro attorno alla Terra di circa 28 giorni. Le sue fasi sono dunque una conseguenza di come il satellite abbia a illuminarsi in rispetto al suo orientamento verso il Sole. Durante questa orbita  segue un percorso con parametri di eccentricità, non traccia quindi la perfetta figura di un cerchio. Si trova a essere, in maniera frequente, più vicina al nostro pianeta in qualsiasi fase essa si trovi. Accade che il fenomeno coincida con la Luna Piena dando vita a una visione molto luminosa del satellite che lo fa sembrare molto più grande del solito. Per questo motivo gli si attribuisce il nome di Super Luna. Il 14 novembre la Luna Piena vedrà il suo realizzarsi nel segno del Toro alle 14,53 al Perigeo alle 12,24. Una Luna così intensa non era visibile da circa 68 anni e altri 18 bisognerà attenderne per ammirarne una simile. La visibilità  del fenomeno non sarà possibile da ogni luogo a occhio nudo, forse per alcuni passerà inosservata, ma sarà sufficiente ad offuscare lo sciame meteoritico delle Leonidi, frutto di residui e pulviscolo della cometa Tempel-Tuttle. La polvere di questa cometa si raddensa in una nube che la Terra attraversa in questi giorni di Novembre. Quest’ anno il periodo si collocherà tra il 16 e il 18 del mese.

Questi fenomeni celesti vengono spesso interpretati come nefasti, legati a significati che spesso cadono nel superstizioso. In ambito astrologico non sembrano, in questo caso negativi. Le posizioni planetarie riportano, infatti, a un’ intensificarsi dei dialoghi sia  a livello politico che in riguardo alla vita personale. Al contrario di ciò che può sembrare, il cielo invita a un maggior dialogo in positivo con un’ apertura ad alleanze e soluzioni. Ogni volta che si parla di stelle c’ è sempre chi vuole interpretare il futuro in modo allarmistico. Ma tutto è legato all’ impegno e alla volontà. Un periodo pesante, la cui traccia si trova nei transiti planetari indica la necessità di lavorare su noi stessi usando quelle energie contrarie a beneficio dei progetti intrapresi. In questo mese i pianeti veloci emaneranno le loro energie da segni che riguardano tutti e 4 gli elementi, un equilibrio che indica possibilità di migliorare, armonizzare e costruire, anche se Saturno , Marte e Plutone portano in auge temi scottanti e qualche novità poco piacevole. Confusione, qualcuno potrà pretendere di salire in cattedra o imprevisti.

In qualsiasi modo si decida di osservare il cielo,astrologicamente o astronomicamente, non si può comunque non coglierne la meraviglia, un ammirare che accresce lo spirito nella bellezza della perfezione dell’ Universo e dei suoi ritmi.

 

Fonti: Interpretazione personale dei transiti, considerazioni tratte da studi autodidattici.
Comparazione di alcuni dati tecnici con Focus it -Astronomia-com consultati il 03 /11/ 2016
L’ immagine è stata tratta dal web senza che ne fosse indicata la fonte.

Read More

Il cielo del Solstizio… perchè si è così tesi in questo periodo..

solstiIl cielo del Solstizio… perchè si è così tesi in questo periodo..

Il Solstizio ha coinciso con la Luna Piena, fenomeno raro che si ripete a distanza di anni.

Marte era retrogrado, in ottava casa e in Scorpione. Poche ore prima, alle 13.04 la Luna era diventata Piena, in’ opposizione al Sole in Gemelli. Il Potere Femmineo era alla massima espansione e la prima casa in Bilancia. La Bilancia segna l’ Ovest e Mabon, l’ Equinozio autunnale.

Dopo poche ore il Solstizio, massimo Potere Maschile, alle 00.43 del 21 giugno, ed ecco che la prima casa si colloca in Ariete, l’ Est e l’ Equinozio di Primavera.

Una Luna in cuspide tra Sagittario e Capricorno, il Segno di Yule, il Nord e il Solstizio d’ Inverno.

Un mix potente se si calcola la presenza di Chirone nel mistico Pesci assieme a Nettuno opposto al nodo e in sestile con un potente Plutone in Capricorno.

L’ energia che si è attivata è stato un confronto di Noi Stessi con un tuffo nel passato. Situazioni nascoste e sentimenti di rabbia, dolore e grandi domande che riemergono.

Tutto ciò che sembrava seppellito torna a vedere la Luce… momento di svolta e massima evoluzione.

Ora Marte ha però calmato i suoi bollori e con la Luna in Cancro e la Prima Casa nuovamente in Bilancia riprende gli stessi meccanismi energetici attivati alla Luna Piena del Solstizio.

E’ il momento di procedere… come usare queste energie è compito di ognuno.. la rabbia è potere e va elaborata. Tra il scegliere una calma eccessiva, quasi una sorta di buonismo o rimanere nella rabbia. Sono gli stessi Luminari che ci suggeriscono : il Potere femminile e quello maschile si alternano, si fondono. Saper agire nel giusto… individuare quando porgere una carezza e quando tirare fuori le unghie, o ancora quando sfoderare una buona dose di diplomazia. E questo vale sia per quanto riguarda i rapporti col mondo esterno che quelli con il mondo interiore. Siamo a una svolta : prendere o lasciare. Sarà raro vedere che chi urla giungerà alla metà, l’ effetto vincente è quello di un suono deciso, come una bomba che cade sul velluto… un’ esplosione che sembra accarezzare ma colpisce. Sapere finalmente dove mettere i piedi e essere saldi sul Cammino. Decisione dopo la grande confusione. Non si giungerà alla meta in un giorno ma il processo non mancherà di portare (ad alcuni) i suoi frutti…

Strega Fata Degli Incanti- Briante Cesarina ©

Read More

Luna di Aprile

luna nuova 2Stava scendendo il tramonto, la Luna era a un nuovo ciclo. Sarebbe stata buia quella notte in attesa del novilunio..

Le lepri si intravedevano , tra i campi, piccoli balzi. Facevano tenerezza. E presto i piccoli si sarebbero mostrati. In quella zona tutto assumeva un aspetto magico.. Morgampo, dove vivono le fate. Luogo circondato da leggende e timore. Si dice che le creature dei boschi e dei prati trovassero rifugio nelle cascine. A volte un gioco di luci, un illusione regalava strani effetti ottici. Come se la natura si divertisse a disegnare quadri e luci inafferrabili. Questa è la fata Morgana: un’ illusione nata tra i rami del vecchio sambuco, quando le ultime,leggere, foschie creano strane ombre tra le foglie e qualche piccola ragnatela.

Così è la Luna Nuova di Aprile…In questa fase la vita
spirituale prosegue in sintonia con la natura, ed è quindi in un momento di rinascita, le energie si intensificano.E’ la lunazione dopo Ostara,l’ inizio della nuova serie di lunazioni.
Luna del Seme o del Seminatore, delle Gemme dell’Erba verde,  Luna Rosa o della Rosa, dell’Uovo, dei Boccioli, Luna Gialla,  dei Fiori,  della Rana, delle Fragole,  dello Zucchero, Risveglio della Luna, Luna dei Pesci.

Ma per i miei avi era la Luna delle lucertole sulle siepi,che avevano fatto capolino già da tempo,al primo raggio di sole di Gennaio..ed ora si mostravano con  l’ arrivo della bella stagione. Le brevi pause dei contadini regalavano momenti  ristoratori in cui i sogni, appena accennati si affacciavano nella mente . Illusioni ottiche , fantasia o piccole magie quel sentire piccoli tintinnii, risatine lontane e suoni mai uditi. Le fate che danzano la primavera…

Davanti al grande sambuco gli uomini porgevano i loro inchini.. 7 volte e camminavano ,congedandosi a passi indietro come ci si congeda da un regale.

Le case si profumavano di rosmarino ed erbe aromatiche a ricordare la rinascita . Era la notte delle Dee belle e tenebrose e le ragazze preparavano i loro quaderni.. diari con foglie rimaste ad asciugare sotto la “Suprèsa” (il vecchio ferro da stiro..)

Nella notte senza luna , in attesa del Novilunio, una candela bianca e tre capelli da offrire al sambuco delle fate..IMG0169A

Io ti offro

Sacro Sambuco

Io ti offro

una parte di Me

ti soffio tre desideri

fa che con questa ciocca

tutto si avveri..

In attesa che la Luna tornasse a splendere, al plenilunio successivo , chi era baciata dalla Dea, vedeva  una leggera ombra.. ricordava vagamente la forma tenera e birichina di una lepre…

IMG0170AQuesta tenera leggenda delle campagne ricorda che la lepre , a cui è dedicata questa luna, è simbolo della Dea. I Celti non uccidevano le lepri e non se ne nutrivano se non a Beltane. Questo popolo si cibava degli animali per assimilarne l’ essenza . E se l’ orso era cacciato per ottenerne la forza, non vi è motivo di escludere che la lepre veniva ad essere fonte di fertilità, fecondità , rinascita che nel periodo di Beltane vede il suo culmine. Un atto Sacro, quindi, il sacrificio e il banchetto con le lepri all’ arrivo della bella stagione.

Col tempo la luna di Aprile assume caratteristiche rituali più contenute.. meditazione, osservazione della natura e connessione con Essa… gli antichi fuochi sono stati sostituiti dai fuochi interiori che il  guardare in Noi stessi accende.. Scintilla Divina della Conoscenza. I profumi sono ancora diffusi e non è rara l’ offerta di un incenso di alloro agli Dei nel momento del loro culmine fecondo…

Strega Fata Degli Incanti – B.C.©

Read More

Luna di Marzo

luna luceLa Luna di Marzo si associa al periodo della semina. A Imbolc  sono state benedette le candele quale preludio alla bella stagione imminente, e i semi che ora vengono donati alla Terra per il fiorire di nuova vita. Il coltivare, il rendere la terra pronta ad essere “fecondata” dal seme da a questa luna l’ appellativo di : Luna dell’ aratro e del germoglio.

Il Vento si fa tenue, spazza via il freddo e le nuvole dell’ inverno. Lo zodiaco conclude il suo giro, l’ ennesimo.. e il segno dei Pesci, mistico e intuitivo, lascia ai primi venti di Ostara i messaggi dell’ Universo, facendo posto al fuoco dell’ Ariete. Per questo motivo questa Luna prende il nome di “Sussurro del Vento”, da cui gli antichi traevano presagi. La Linfa vitale scorre e dona alla vegetazione il risveglio (Luna della linfa), Così come il sangue, simbolo della passione e l’ ardore, la linfa simboleggia la forza della sensualità, della fertilità che è poi la continuità di ogni specie. L’ animale, che rappresenta , nei nostri boschi questa energia è il cervo, il quale lotta per la femmina (Luna del Cervo).

Cominciano a fare capolino le lucertole, che attirate da un sole tiepido trovano posto sui i muretti e sulle siepi (Luna delle siepi ).

I colori e le creature, i modi di celebrare questo momento si ritrovano in molti siti web, e sono ormai consuetudine per chi già conosce le antiche tradizioni.

deaverdeE’ il momento in cui danza la Dea vestita, di Verde, fiori tra i capelli, danza alla Luce che gli viene dalle sue Figlie donata.

Nel braciere arde l’ incenso.. e le piume trovate nel bosco sono un ventaglio per far ascendere la fragranza.

Una delle prime chiavi per comunicare con l’ altra dimensione sono i profumi.. le vibrazioni trasmesse dagli aromi sono una delle prime cose che vengono percepite dalle entità. Per questo è importante “provare” gli incensi. Un profumo mediocre potrebbe addirittura far fallire un rituale.

Un tempo alla cera d’ api si mescolavano colori tratti da erbe e verdure. A volte foglie e fiori venivano applicati alla candela, che in questo caso doveva avere dimensioni maggiori perchè la fiamma non bruciasse. pane_

Le Donne Sagge impastavano il latte alla pasta da pane e la arrotolavano, posta sulla piastra imitava l’ immagine delle Corna di un Cervo. Un cibo semplice per il pasto rituale ma intriso di energia.

Su una pagnotta di forma comune si segnava una stella con una pietra bucata.

Segno della Dea, io ti impongo

Segno della Dea, del mio corpo

Segno della Dea, del mio incanto

Segno della Dea, che qui canto

Segno che ti segno di nuovo disegno questo della Dea sia il Regno!

Strega Fata Degli Incanti -B.C.

Read More

Crescita Spirituale e Luna

luna neve

Crescita Spirituale e Luna…

La Luna Piena è il momento in cui il satellite è maggiormente illuminato dai raggi solari… ogni sua emanazione è quindi potente e positiva e il suo potere si espande in ogni direzione, così la sua energia è usata per ogni tipo di incanto..

La Luna rappresenta la donna alla sua massima completezza… è ormai in quella fase in cui non è più ragazzina, ma neppure anziana, ancora feconda e affascinante, calda e sensuale, saggia e con esperienza.. ha imparato ad amare, soffrire, fare e costruire.. ha affinato il senso estetico. la grazia e la Conoscenza.

E’ la Dea che si esprime attraverso i poteri maschili (Sole) e quelli femminili ( Luna)..

Il cielo notturno ha visto, in ogni tempo,donne danzanti..fluttuanti figure i cui passi creavano scenari,come dipinti,attorno al fuoco, sulle rive dei laghi, sui prati umidi di pioggia..

mamma lunaIl ciclo femminile accompagnava il Cammino delle fasi lunari.. un ciclo “Albus” quando la Luna Piena era in coincidenza con l’ ovulazione e “Rubens” con il ciclo mestruale.

Certamente il ciclo “Albus” è un ritmo legato all’ immagine di una donna tradizionale, le cui energie  sono indirizzate al perpetuarsi della vita, alla famiglia, alla protezione , al ruolo di moglie e madre.

“Rubens ” è la potenza della Lilith che è in fondo all’ anima di ognuna di Noi.. Sessualità, sensualità e lati definiti Oscuri, i lati nascosti che donano il fascino del mistero…

Questa Luna racconta di tempi passati e cade nel momento in cui le Antiche Sagge e gli uomini di Conoscenza vengono a essere ricordati..

Tempi oscuri in cui gli interessi dei Potenti e la voglia di imporre un modo di vivere vennero a soffocare l’ intelletto e l’ Antico Culto..

La Luna qui assume il simbolo della purezza assoluta, feconda delle energie maschili che si fondono a quelle femminili in perfetta armonia..

E’ il rivivere attimi Sacri, di quelle notti fredde, che vedevano distese di bianca,gelida  neve.

Quella stessa neve con cui le donne “purificavano ” il proprio grembo…

Una piccola manciata, passata sul corpo… là dove si contiene e perpetua la vita..

Per la purezza del cielo,

sia puro Tempio il mio corpo,

pronto ad accogliere la vita..

Ciclo che segni il tempo,

che bagni la Terra,

unendo la mia Essenza a quella della Dea…

Così iniziava la lode,

così le donne eseguivano un rito.

Vicino al camino danzavano

seguendo i guizzi del fuoco,,

in un gioco di Luci e Ombre che si creavano nella stanza…

luna vergine

La Luna Piena di Febbraio 2o16 si compie ai primi gradi del segno della Vergine. Una Luna di Neve, di candore e di freddo che riporta ad Inverni antichi e che racchiude molti significati..

La Vergine è un segno concreto ed è governato, così come i Gemelli , da Mercurio. Se però nei Gemelli l’ energia del pianeta si manifesta in modo più aperto, mobile e inafferrabile, come una sorta di “argento vivo”, in Vergine assume caratteristiche più “ordinate” quale collegamento fra la mente e il corpo..

Mercurio è però Retrogrado fino a Maggio , con la conseguenza che le sue energie creano una sorta di contrasto che si traduce in  una serie di ritardi sulla comunicazione, materiale o verbale, tramite mezzi elettronici o argomenti diretti.

La comunicazione interiore potrebbe risentirne per ognuno in modo diverso, secondo le posizioni del tema natale.

E’ un momento per la  meditazione e per  fluire.. riflettere sul passato.. a tutto ciò che si è raccolto dalle informazioni sui libri, agli insegnamenti ai “bla bla” che da sempre ci accompagnano.. è ora del silenzio, dei suoni bombati che la neve rende soffusi, dei colori del crepuscolo, per guardarsi dentro e cercare nuove strade.. in fin dei conti  il nostro percorso animico è talmente unico e personale che non può essere insegnato da nessuno. A ogni “metodo”, idea , schema c’ è una risposta individuale, perchè ogni esperienza è vissuta in un contesto irripetibile, fatto da persone, luoghi e attimi mai uguali.

La crescita non è una cosa che si studia, ma che si vive in uno stato di continuo dinamismo. Certamente lo studio da Conoscenza, ma si fa strada nell’ anima in modo personale, perchè l’ evoluzione dell’ anima , le leggi dell’ Universo, e il suo Linguaggio seguono delle regole, ma gli “episodi” del nostro Percorso sono pietre rare e mai identiche..

Strega Fata Degli Incanti ©

 

Read More

Candele di Imbolch

 

IMG0241A

La festa della Luce comprende la creazione e la benedizione delle candele per tutto l ‘ anno.
Ampio argomento di cui molto ho scritto nel sito del Calderone Magico..
La magia delle Candele.

http://www.ilcalderonemagico.it/riti_magia_delle_candele.html

Nella giornata in cui si festeggia il ritorno della luce si fonde la cera d’ api, mescolata ad erbe e tinture naturali per le candele da usarsi durante l’ anno.
Difficile è dire quante , dimensione e colore.. il consiglio è di preparare quelle per le feste della Ruota dell’ Anno, e una candela definita Madre con cui benedire le candele nei mesi a venire…cerapi
La magia delle candele ha molte sfaccettature che variano da luogo a luogo e si perdono nelle notti dei tempi..
La candela principale si può preparare in cera d’ api, energizzandola mentre fonde con il nostro potere..

Cera sei
fusa come oro
essenza della Luce
che la Dea porta con Sè
Sii Madre
di ogni creatura di cera e di fuoco
che renderai Sacra secondo mio intento.

Aggiungere 3 gocce di muschio.
Preparata e solidificata incidere 3 pentacoli evocativi con uno stecchino intriso di olio di Muschio e ripetere.

Sei Benedetta, 3 volte Benedetta, per la virtù degli elementi il potere della cera e del fuoco trasmetterai secondo mio intento..

Quando si vuole consacrare una candela con la luce di Imbolc si accosta una candela già purificata alla candela Madre, si accende il fuoco a questa e se ne fa cadere una goccia sulla candela da consacrare.

Imbolc è Luce
e di Luce Io ti vesto per onorare la Dea
per cantare al Dio
sii Sacra e gradita agli Dei in questo Esbat..

La candela Madre si spegne e si ripone in un letto di Verbena in attesa del prossimo uso.

Strega Fata Degli Incanti- B.C.©
)O(

Read More

Luna Del Lupo-Gennaio

lupi2La Luna di gennaio è la Luna del Lupo (o Luna calma, Luna della neve, Luna fredda, Luna  casta, Luna brillante o Luna del piccolo inverno). Per questi animali è un momento di scarsità del cibo e poichè sono molto uniti si muovono a branchi verso i villaggi e si aiutano fra loro per il sostentamento.I lupi sono quindi molto solidali tra loro e rimangono per tutta la vita nella stessa famiglia vivendo in funzione del branco sia per sopravvivere, sia per l’affetto, la conoscenza e il sostegno morale. In solitudine si abbandonano alla morte.Questa luna è quindi dedicata alla famiglia, ringraziamo la Dea per il dono di averne una e ricordiamoci dei membri più anziani e dei nostri avi che sono in un altra dimensione.

Per festeggiare questa Luna del Lupo,che ci ricorda il senso del gruppo e della famiglia sarebbe bello poter vestirsi color bordeaux.
Componiamo un incenso a base di olibano, lavanda o pino e rosmarino.
La candela adatta è  rosa intenso.
Poi  alziamo la coppa e facciamoci riflettere la luna ,
sentiamo , 
attraverso il vento i messaggi della Dea: 

Se il vento viene da sud sarà l’ amore il tema toccante di questa luna. Tagliamo una mela in orizzontale e proclamiamo un desiderio, offriamola alle divinità.
Se il vento soffia  da ovest affidiamo il nostro pensiero ai defunti.
Se il vento spira da est prepariamoci al nuovo.
Se  vento soffia da nord occorre non fare richieste ma affidare i nostri bisogni alla Dea. Lei sa ciò di cui abbiamo bisogno, sempre, noi qualche volta no!

Preghiamo per il gruppo e la famiglia.

Accendendo l’ incenso:

Luna piena, la Dea Madre, in questa sacra notte,lascia, per un attimo , il sonno invernale.
Nel cielo stellato giunge e rifulge, Regina di ogni regno, per benedire i figli suoi.
E questa tua figlia/o ti attende, per onorarti

Si accende la candela e si dice:

Alberi di bruma imbiancati, le luci del cielo danzano tra i vostri rami, la luna si riflette tra i ghiacci del lago, le Parche ricamano fili d’ argento rubati alle nubi dipinte dalla luce della luna..  
Giungono i lupi,
ma io non temo 
Essi portano i messaggi dei tempi antichi,
degli Dei. 
Possa unire la mia benedizione alla vostra o Divino Padre o Divina madre, perchè benevolenza discenda sulla nostra famiglia, sui nostri fratelli , sulle nostre sorelle!

Beviamo l’ acqua lunare pregando la Dea e onoriamo gli Dei tutti con biscotti dolci e a mezzaluna e beviamo succo di mela.

Congedo e ringraziamento:

Oh  dolce  Dea della Luna,grazie di aver accompagnato la mia sacra danza, per la tua presenza costante e amorevole. Grazie o Dei che sempre accanto a noi restate nella notte più buia, alla luce del Sole che si affaccia ai cancelli delle tenebre,al giungere del giorno.
Grazie o magici elementi che scandite la vita , fedeli custodi.
(offerta di miele e dolci al piccolo popolo).
A voi la lode , a voi il grazie in questo congedo.

Strega Fata Degli Incanti- B.C.©

Read More

Prima Luna Nuova Del 2016

Prima Luna Nuova Del 2016-

L’ accensione della Scintilla Divina.

Grazie ad Azazel che mi accompagna nel Cammino.luna nuova 3

Stanotte alle 2,30 circa è avvenuta la prima Luna Nuova dell’ anno.
Una luce che inaugura il nuovo periodo a venire.
La Luna si è congiunta al Sole e a Plutone in Capricorno.
Il Sole e la Luna sono la coscienza, la vita, l’ energia del quotidiano. Sono la luce con cui ci rapportiamo a livello conscio e inconscio nel presente di ogni giorno. Plutone è il pianeta lento, l’ inconscio più profondo la densità di quel velo che si pone sulla capacità di vedere oltre. Che Noi ce ne accorgiamo o meno Lui agisce in Noi. Con una forza che può distruggere o creare. E in effetti bisogna distruggere per poter rinascere. Esso regola quindi i processi di trasformazione, anche quelli chiusi nella nostra anima, provenienti dal nostro Io più profondo. Quelle paure ancestrali, quegli schemi mentali che a volte prendono il sopravvento, e come un contenitore cosmico le raccoglie. Esso è la trasformazione, la lotta, governatore dello Scorpione assieme a marte, è posto all’ ottava superiore. Con questo termine si considera Plutone come la vibrazione più elevata di Marte nei termini di potere, sessualità, lotta.
Questo quadro si inserisce nella croce dei Segni Cardinali (che aprono le stagioni e sono in contemporanea , quindi coi solstizi e gli equinozi): Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno.
In Ariete troviamo a Urano a 16°, in Bilancia la Lilith a 15° e in Capricorno la congiunzione, con Plutone a 15° con Sole e Luna a 19. Inoltre è da notare la presenza di Mercurio Retrogrado fino al 9 Maggio, e di Giove Retrogrado in Vergine.
La capacità di vedere oltre è resa un pò difficile da Mercurio, il quale crea problemi alla comunicazione. Ma questo è utile per creare quell’ introspezione necessaria per capire cosa è utile cambiare.. quali lati del proprio carattere e della propria vita vanno elaborati.
Lilith , in questa posizione si pone in una situazione di bilanciamento , giustizia e visione che Giove aiuta a ricercare nel passato in modo meticoloso. Certamente avverranno delle difficoltà a livello di rapporti e Urano in Ariete darà una spinta a questo.. dapprima ci si sentirà presi da situazioni in cui sembrerà aver subito un ingiustizia ma poi si dovrà affrontare i propri limiti.
Tutto ciò che accadrà nella nostra vita e che sembra provenire dall’ esterno va ricercato nell’ ambito dei schemi mentali. Capire il perchè degli avvenimenti che come uno specchio o un acqua riflettono i nostri pensieri. Un messaggio dell’ Universo per indicarci ciò che dobbiamo rimuovere e poi ricostruire sotto una nuova ottica.
Certamente non dobbiamo diventare attenti in modo ossessivo a ogni segnale, ma porre quell’ attenzione al quotidiano che ci permetta di comprendere la nostra strada, la direzione da intraprendere e darci la responsabilità di crearci il futuro, che è un dono.. la forza e il potere che vanno attivati sono quelli del saper gestire, in modo concreto, la nostra vita, inserendoci nel piano universale che è il tutto.. insomma, alla fine gli Dei ci danno la possibilità di sviluppare le capacità (o almeno iniziare a farlo) nell’ essere indipendenti nell’ ottenere e plasmare la nostra vita.

Strega Fata Degli Incanti- B.C.©

Read More

Luna Piena Fredda

neveLe notti di dicembre sono quelle più lunghe e fredde e la Luna sembrava ammantarsi di luce e di gelo. La Luna prima di Natale, quest’anno coincide con la festività del 25 dicembre.
Il Piccolo Popolo si manifesta con i passi leggeri delle fate della neve, della tempesta e delle mareggiate, delle Fate e degli Elfi degli alberi d’inverno.. Agrifoglio, abete, vischio, pino,sempreverdi e Quercia.
Ed è nei boschi di querce che gli antenati della mia terra onoravano gli Dei. In luoghi dove l’ acqua scorreva fino a ghiacciarsi nella fredda stagione, Marte, Mercurio e i Silvani venivano evocati per la ricchezza della terra e del bestiame.
E fu all’ ombra delle querce, secondo una leggenda, che una pastorella riebbe miracolosamente l’ uso della parola e dell’ udito. E il bosco delle querce ospitò un Santuario…
La Luna immensa , nei cieli ormai limpidi, illuminava il Castello la cui ombra disegnava, le torri e i decori sulla neve.. il tratto ghiacciato si accendeva del blu della notte e solo il vento freddo desiderdel Nord sembrava parlare..
Il Mondo delle Ombre chiama alla solitudine, al guardare l’ essenza delle cose. Il dolore si può riassumere nella discesa verso Noi Stessi.. a faccia a faccia coi propri limiti e dolori , che si impara a sacralizzare…
Ed era in queste notti di gelo che ognuno si chiudeva nella propria casa, nel tepore del sonno , si scendeva nella profondità dell’ Anima. Per rinascere, come rinasce il Sole a Yule.
Amavano, le Sagge Donne, la forza della quercia, che ne le stagioni, ne i venti e le tempeste, facevano inchinare… Esse resistevano, con profonde radici a ogni prova. La Conoscenza dei popoli raccoglievano e danzano alla Luna con le figlie della Dea…
Esse sono simbolo della vita che continua, della forza della natura, che raccoglie la Saggezza e le rende forti.

donna lucciola bosco luccioleLa Bianca Signora arriva.. il profumo intenso della Salvia e della resina
la inebbriano ed Essa danza
Sui Fili dei desideri
ricama con le sue carezze
ghiande e fronde della Grande Quercia
Le Moire tessono il destino del Tempo a venire
creano la trama
per la Rinascita
Si apre il Sentiero
la Terra spalanca le Porte del suo mondo
Hecate maestosa
Hecate messaggera
La tua lanterna Luce
le tue Chiavi svelano ogni segreto…

reLa lotta inizia Re Agrifoglio e Re Quercia sono forze uguali e contrapposte.. Re agrifoglio è l’ anziano, saggio, che si sacrifica a impersonare freddo e grigiore. Re Quercia è il movimento, la linfa che scorre, l’ impeto e il calore. E sembra, Re Agrifoglio trionfare a Yule, con la notte così lunga da sembrare infinita… Ore di battaglia.. fino al sorgere del Sole che segnano vittoria per Re Quercia… E’ l’ equilibrio che regola la Ruota dell’ Anno. Il Re ha vinto e continua il suo trionfo fino a Litha, ma nel Cammino incontrerà l’ amore della Dea e a Beltane, il suo grido sarà di passione per la nuova vita che va a germogliare…

E danzavano e cantavano gli Antichiviola al sorgere del Sole
Onoravano la ricchezza
delle stagioni e dei Loro frutti
Ornavano i rami di doni
brillanti di ghiaccio
illuminati dalla Luna
si accendevano i colori
a ricordare la maestosità delle stagioni.

 

Strega Fata Degli Incanti- B.C.©

Read More

11-11 Luna Nuova

LunaPienaQuesta Luna è il primo ciclo dopo Samhain. Ne segna quindi la partenza e il Potere. L’ undici è un numero primo legato alla Forza nei tarocchi. La forza negli Arcani viene raffigurata come una donna, vestita di rosso e azzurro. E’ l’ equilibrio tra materia forzae spirito : la vitalità del rosso, delle passioni, è dominata dall’ azzurro, la spiritualità. Il capello ha la forma di un 8 , l’ il perpetuo. La donna tiene fermo un leone, riesce, con coraggio, ad aprirgli la bocca. Il coraggio si manifesta quindi sul dominio degli istinti animali. L’ energia di ogni animale ha un attributo specifico per l’ evoluzione dell’ animo umano. L’ animale guida , rappresenta l’ essenza stessa di un individuo , rapportata alla natura, quella stessa natura insita in Lui. La forza è quindi il dominio, l’ energia che va dominata e guidata. L’ 11 è un numero che richiede un notevole uso di energie, può essere considerato neutro, poichè la sua forza vibrazionale richiede molto impegno. Un impegno che si può tradurre in responsabilità, responsabilità di avanzare, di crescere… ci si può fermare alla materia o avanzare nella spiritualità. Con l’ 11 è la massa a subire una scossa.. viene a indicare che tutto si sta velocizzando, ovviamente più si è avanti sul percorso, più si tende a sentire questa energia. Si dirà che i numeri sono numeri e che sono stati attribuiti dagli uomini a giorni e mesi per tempoindicarne il tempo. Ma ogni cosa o essere subisce le vibrazioni del proprio nome.. così il tempo è stato codificato. La massa è quindi interessata da queste vibrazioni che spingono a velocizzare le energie, a guidarle. Questo provoca tensioni , rallentamenti e separazioni. Il velo è fine, e il contatto dei mondi ancora facilitato. Le creature dei boschi ben si adattano a questo periodo, dove la tranquillità permette loro maggior libertà. E’ più facile il comunicare con Loro… Ma questo velo, tenue e argenteo è uno specchio che permette di guardarci, di riflettere l’ immagine dell’ Anima.. di scorgere le imperfezioni e i dubbi. Così come la Terra si chiude nella morsa del gelo, ci si chiude in Noi per scorgere i nostri limiti prima della rinascita. Ed è qui che l’ energia solare ci dona forza.. il Sole si adatta a questa velocità a questo evolversi e la sua attività potrebbe subire sbalzi a livello di tempeste solari. Una Luna in Scorpione che muove gli istinti e ci rende più percettivi..

Buon Novilunio allora )O(

Read More