Crea sito
Ott 9, 2015

Posted by in Candele e Incensi, Home, Magia delle Campagne, Ruota Dell' Anno | Commenti disabilitati su La Rapa

La Rapa

lampi-finaliLa Rapa

Le sere di temporale hanno sempre un loro fascino. A volte capita che la natura ci richiami a riflettere.. da un pò di tempo, sopraffatta dagli impegni avevo trascurato il mio contatto con i boschi.  Accanto al fiume, mi attendeva il mio albero. Amo chiamare così la robinia che accompagna le mie meditazioni. Eppure le mie visite si erano diradate.

Ma il temporale mi ha richiamata, con la sua voce possente, al mio habitat naturale .. il bosco e il fiume.

La luce si era spenta, riportandomi ai tempi in cui si seguivano i ritmi della natura. Non più il vociare della televisione ma il rumore della pioggia, del vento.. così è stato per secoli.. calava il buio e solo la luce del focolare o della candela schiariva le serate invernali.

In quei momenti ti guardi dentro.. ed è come se fossi lì ai piedi dell’ albero.. connessa alla sua energia, caricata della forza degli elementi.

Poi i ricordi riaffiorano.. a sprazzi, vecchie memorie accompagnate dai profumi e dalle voci dell’ infanzia. racconti passati, portati dentro all’ anima, chiusi come in un vecchio cofano di cui non avevi più la chiave.. ed ora, a sorpresa , te la ritrovi tra le mani e apri il baule come per trovarci un tesoro.scrigno

Tra i vecchi ricordi anche i primi rudimentali segreti rubati alle vecchie sagge. Alle sere passate accanto alla vecchia stufa, con l’ odore insistente del carbone. Un aria pesante e un caldo a volte eccessivo. L’ acqua bolliva sul calderone, le erbe appese seccavano. mani rugose stendevano la cera d’ api sulla carta oleata. Pochi istanti e il foglio di cera era pronto, veloce un pizzico di erbe e poi si arrotolava con lo stoppino al centro. Rudimentale candela.

Quella sera a ospitare la tenue luce della candela era una rapa..svuotata pulita e asciugata, ben secca faceva da piattino.. la cera colava e riempiva la rapa… magiche parole..

candela_01Potere della natura

raccogli l’ energia

che sia protezione

perchè la forza sia mia.

Le fiamme disegnavano strani disegni sulle pareti.. lingue di fuoco ondeggiavano… piccoli spifferi alimentavano la fiammella

fuoco

Ardi Sacro Fuoco

delle erbe ti ho nutrito

incidi sulla mia proprietà

la tua firma

il tuo potere

per allontanare ogni calamità

Sia protezione !

Sia protezione !

Sia protezione !

La cera aveva colmato  la piccola rapa, e con un ramo di Sambuco, veniva inciso il pentagramma..

altre erbe seguivano il disegno.

Come in un cofanetto la piccola rapa veniva coperta con la parte rimanente tagliata via precedentemente.. tenuta in casa era ritenuta protezione e guida per i mesi invernali a venire.. per Essere offerta poi alla natura nel terreno adiacente casa.

 

Strega fata degli Incanti – B.C. ©

Comments are closed.