Crea sito
Apr 5, 2016

Posted by in Home, Luna Del Mese, Ul Me Paes | Commenti disabilitati su Luna di Aprile

Luna di Aprile

luna nuova 2Stava scendendo il tramonto, la Luna era a un nuovo ciclo. Sarebbe stata buia quella notte in attesa del novilunio..

Le lepri si intravedevano , tra i campi, piccoli balzi. Facevano tenerezza. E presto i piccoli si sarebbero mostrati. In quella zona tutto assumeva un aspetto magico.. Morgampo, dove vivono le fate. Luogo circondato da leggende e timore. Si dice che le creature dei boschi e dei prati trovassero rifugio nelle cascine. A volte un gioco di luci, un illusione regalava strani effetti ottici. Come se la natura si divertisse a disegnare quadri e luci inafferrabili. Questa è la fata Morgana: un’ illusione nata tra i rami del vecchio sambuco, quando le ultime,leggere, foschie creano strane ombre tra le foglie e qualche piccola ragnatela.

Così è la Luna Nuova di Aprile…In questa fase la vita
spirituale prosegue in sintonia con la natura, ed è quindi in un momento di rinascita, le energie si intensificano.E’ la lunazione dopo Ostara,l’ inizio della nuova serie di lunazioni.
Luna del Seme o del Seminatore, delle Gemme dell’Erba verde,  Luna Rosa o della Rosa, dell’Uovo, dei Boccioli, Luna Gialla,  dei Fiori,  della Rana, delle Fragole,  dello Zucchero, Risveglio della Luna, Luna dei Pesci.

Ma per i miei avi era la Luna delle lucertole sulle siepi,che avevano fatto capolino già da tempo,al primo raggio di sole di Gennaio..ed ora si mostravano con  l’ arrivo della bella stagione. Le brevi pause dei contadini regalavano momenti  ristoratori in cui i sogni, appena accennati si affacciavano nella mente . Illusioni ottiche , fantasia o piccole magie quel sentire piccoli tintinnii, risatine lontane e suoni mai uditi. Le fate che danzano la primavera…

Davanti al grande sambuco gli uomini porgevano i loro inchini.. 7 volte e camminavano ,congedandosi a passi indietro come ci si congeda da un regale.

Le case si profumavano di rosmarino ed erbe aromatiche a ricordare la rinascita . Era la notte delle Dee belle e tenebrose e le ragazze preparavano i loro quaderni.. diari con foglie rimaste ad asciugare sotto la “Suprèsa” (il vecchio ferro da stiro..)

Nella notte senza luna , in attesa del Novilunio, una candela bianca e tre capelli da offrire al sambuco delle fate..IMG0169A

Io ti offro

Sacro Sambuco

Io ti offro

una parte di Me

ti soffio tre desideri

fa che con questa ciocca

tutto si avveri..

In attesa che la Luna tornasse a splendere, al plenilunio successivo , chi era baciata dalla Dea, vedeva  una leggera ombra.. ricordava vagamente la forma tenera e birichina di una lepre…

IMG0170AQuesta tenera leggenda delle campagne ricorda che la lepre , a cui è dedicata questa luna, è simbolo della Dea. I Celti non uccidevano le lepri e non se ne nutrivano se non a Beltane. Questo popolo si cibava degli animali per assimilarne l’ essenza . E se l’ orso era cacciato per ottenerne la forza, non vi è motivo di escludere che la lepre veniva ad essere fonte di fertilità, fecondità , rinascita che nel periodo di Beltane vede il suo culmine. Un atto Sacro, quindi, il sacrificio e il banchetto con le lepri all’ arrivo della bella stagione.

Col tempo la luna di Aprile assume caratteristiche rituali più contenute.. meditazione, osservazione della natura e connessione con Essa… gli antichi fuochi sono stati sostituiti dai fuochi interiori che il  guardare in Noi stessi accende.. Scintilla Divina della Conoscenza. I profumi sono ancora diffusi e non è rara l’ offerta di un incenso di alloro agli Dei nel momento del loro culmine fecondo…

Strega Fata Degli Incanti – B.C.©

Comments are closed.