Mag 6, 2016

Posted by in Home, Ul Me Paes | Commenti disabilitati su Un Pellegrinaggio al Sacro Monte nel 1604

Un Pellegrinaggio al Sacro Monte nel 1604

sacromUn caldo sabato del mese d’ agosto dell’ anno 1604 vide il ritrovarsi dei cittadini Sommesi presso la piazza di S. Agnese.

Era l’ alba e la notte aveva poco rinfrescato quell’ afa pesante tipica dell’ estate.

Circa 2000 persone in partenza per il Sacro Monte. All’ epoca erano in costruzione le 14 cappelle e lo stradone.

Un luogo immerso nella natura, dove la fede si unisce all’ arte. Da sempre un oasi di pace dove meditare, sede di un monastero che ha ispirato quest’ opera artistica che vedeva ora il suo realizzarsi.

Giovani e anziani, con tamburi , strumenti e offerte. Animali carichi di tutto ciò che necessitava per un viaggio, a quei tempi impegnativo.

Le Confraternite di S. Vito, S. Bernardino, S. Rocco, l’ organo preposto di S. Agnese col Prevosto Francesco Carabello, il canonico, i consoli della città che rappresentavano rispettivamente la Parte Alta denominata Dell’ Olmo, e la parte bassa Valgella. Alcuni congiunti dei Visconti rappresentarono la nobile casata e i muli recavano le offerte per il Santuario. Una folla di uomini e di bestie da soma. Si parlava di 127 fra cavalli e muli, trasportanti grano, offerte, paramenti sacri, atti al  sollievo dei più anziani e malati, i quali potevano alternare il cammino alla groppa degli animali.

Il Seprio vedeva toccare molti paesi prima di giungere, all’ ora di pranzo, a Varese. Dopo il pasto e il riposo, il cammino riprese permettendo ai fedeli l’ arrivo a Sant’ Ambrogio alle 16. All’ “Arco del Rosario” iniziò la Processione verso le cappellette.  Si allestirono  gli stendardi, gli stemmi, le Confraternite ebbero a indossare i paramenti.

Lo stradone non era ancora stato selciato, i lavori incalzavano, i pellegrini in fila inneggiavano lodi con canti e inni. Il viale vedeva le cappelle in costruzione e l’ imponente statua del Mosè non aveva ancora visto la luce. Don Aguggiari, reggente del Santuario li accolse all’ ultima tappa.

Le funzioni religiose furono in onore alla Vergine. I pellegrini trovarono ristoro ed ospitalità . Il grano trasportato dalle bestie venne scaricato nell’ atrio della chiesa. Un immenso monte dorato che arrivava fino alle lampade. Il chiarore delle fiamme, si mescolava al colore dorato del grano, accendendo l’ edificio di luce dorata.

Strega Fata Degli Incanti- B.C. 

L’ Immagine è stata presa dal web senza che ne fosse indicata la fonte, se qualcuno ne rivendica i diritti mi avvisi, sarà prontamente rimossa.

Fonti: Somma Lombardo – Somma Lombardo da borgo antico a città moderna di A. Rossi. Dati storici e spunti tratti dai siti Web: www.sacromonte.it -Wikipedia -Sacro Monte di Varese

Comments are closed.